Siamo finalmente riusciti a provare le pizze di Yeast&FlouR, indirizzo di pizza al taglio a piazzale Clodio che avevamo adocchiato su Instagram da qualche tempo. L’articolo di Tania in cui Gabriele Bonci l’ha citato tra i locali da scoprire a Roma ci ha fatto vincere la pigrizia e così siamo andati ad assaggiare!

Yeast&FlouR, chi è Sestilio Ippoliti

Yeast&Flour

Dietro all’insegna di Yeast&Flour (che in inglese vuol dire lievito&farina) c’è Sestilio Ippoliti, pizzaiolo appassionato con un passato decisamente interessante. Sestilio infatti lavorava nell’ambito delle produzioni cinematografiche e pubblicitarie – ha contribuito a molti degli spot più popolari degli ultimi anni – ma da sempre coltiva la passione per la cucina e gli impasti. “Dal 2009, avendo iniziato a lavorare come free lance, mi sono messo a sperimentare tanto a casa, seguendo tutorial e ricette dei grandi pizzaioli sul web. Alla fine, tutto il condominio mangiava il mio pane!”.

Dopo aver conosciuto Gabriele Bonci e aver passato qualche tempo in laboratorio con lui, quattro anni fa Sestilio decide di rilevare il piccolo negozio di pizza al taglio – ma sotto nasconde un bel laboratorio che permette lavorazioni attente – che stava da 25 a piazzale Clodio, rimasto nell’anonimato di un’offerta media. Lui rivoluziona la proposta con un impasto che fa una lunghissima maturazione a temperatura controllata (4 gradi) a base di farine selezionate e miscelate dopo tante prove: quelle del Molino Mariani, che per Sestilio sono le migliori per fragranza ma anche per salubrità.

 Il bancone e la proposta

Yeast&Flour

Il bancone di Yeast&Flour non è grandissimo ma decisamente interessante fin dalla prima occhiata. Le pizze in teglia ruotano ogni giorno e vanno dalle classiche – tra cui una Margherita davvero buona, che ha insieme un sapore d’altri tempi e una leggerezza notevole – a quelle più particolari, come la pizza con prosciutto cotto, provola affumicata e valeriana o il crostino con ventricina, stracchino e rucola.

Yeast&Flour

Sestilio non dimentica nemmeno il suo amore per la cucina e propone anche pizze con ingredienti “cucinati”, come quella con zucchine, mozzarella di bufala, pesto genovese, parmigiano, basilico olio e sale. Buonissima anche la focaccia bianca al sesamo, da mangiare così com’è o farcita, magari con della mortadella.

Yeast&Flour

Poi ci sono anche i Sorrisi – sorta di saltimbocca farciti, cotti alla pala – con diversi ingedienti, per esempio con fiori di zucca, alici e bufala, e i “panini” ripieni e chiusi, cotti in teglia.

Non manca una scelta di fritti – dai supplì ai fiori di zucca – che però non abbiamo assaggiato.

Yeast&FlouR, il locale

A vederlo da fuori, si tratta di un classico negozietto da pizza al taglio, ben indicato dalle “bandiere” fuori dal locale e dalla scritta che occupa tutto il bancone bianco, ben visibile anche da fuori.

Quest’ultimo occupa praticamente tutto lo spazio, lasciando posto a un paio di mensole e sgabelli interni e altrettanti all’esterno, dove ci si può appoggiare per mangiare pizza e fritti sul posto.

Alle pareti, le mattonelle bianche sono vergate da scritte che ricordano alcune delle “parole d’ordine” del locale.

Informazioni pratiche

Prezzi: 18-24 euro/kg

Posti a sedere: NO (sgabelli)

Birre Artigianali: NO

Animali Ammessi: SI

Fritti: SI

Delivery: NO

Giorno di chiusura: sabato e domenica; orario 9-18

Indirizzo: Piazzale Clodio, 31
00195 Roma

Facebook: https://www.facebook.com/yeastandflour/

Crediti immagini: Luciana Squadrilli e pagina Facebook del locale

Inline
Inline